LuSea Bee | s. Soled Out
A true story - bra(h).
personal, blog
40933
post-template-default,single,single-post,postid-40933,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.1,smooth_scroll,fade_text_scaledown,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,transparent_content,overlapping_content,small_grid,tpp-masonry-enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

s. Soled Out

“Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi trovai per una selva oscura..”

…comincia così la prima terzina della tanto temuta (almeno per alcuni studenti liceali intenti a far la parafrasi, poveri sfigati, ci sono passata anch’io..) commedia Dantesca. Se fossimo stati tutti grandi artisti letterari dotati già di parola e scrittura, dal primo momento in cui apriamo gli occhi e cacciamo quel lungo pianto stridente, avremmo potuto dire che da lí a poco, ogni percorso intrapreso, avrebbe cominciato a formare ciò che sarebbe stato il nostro resumè autobiografico.

“Nel mezzo del cammin di TUA vita..”

..da quando mi possa ben ricordare, mi sono sempre domandata: Ma a cosa cazzo serve tutto?“. Per me era sempre stata una domanda legittima che ponevo anche ai primi pervertiti che beccavo allora su MSN e/o Netlog. Se sei stata una teenager introspettiva come me, dopo esserti stufata delle combo puntate di “Roswell-Buffy-YugiOh“, ti cominciavi a far pare mentali, quali chiedersi l’utilità della vita donadoci e a chiederti costantemente quale sarebbe stata lo scopo affidato ad ognuno. E ahimè, avresti cercato risposte un pò da tutti, anche a quelli che solo fino a poco fa, considerando i contesti virtuali in cui mi trovavo (niente di troppo grave, per carità), ho cominciato ad identificare come pedofili.

“Nel mezzo del cammin..”

..non ci è stata mai data la possibilità di scegliere in che famiglia saremmo potuti capitare, in che parti del globo saremmo cresciuti, l’Asilo che avremmo voluto frequentare, le amicizie che avremmo stretto, i giochini spastici (If you were born in January stand up, stand up..ariya riya rosy God bless you), i primi litigi, i primi scontri affettivi (Ti odio .. *inserisci famigliare*).

“Nel mezzo..”

..a pensarci bene, un sacco di cose ci sono un pò imposte crescendo, ovviamente ora si ha nozioni che prima mancavano, si riesce a delineare le linee da non oltrepassare quando si deve distinguere tra il bene o il male. Si faranno determinate scelte, sbaglieremo un sacco di volte, si sbaglierà volutamente un sacco di volte (o forse sono solo io…pardon, lol *sigh*), si giocherá ad essere artefici della propria vita diventando il Tom Cruise della situazione (Mission Impossible, statemi dietro pe’ favore) escogitando nuovi piani d’uscita per gli inevitabli periodi di merda e quante volte sarà capitata di dire “anche se mi fossi comportata diversamente, forse non sarei stata….*inserisci scusa ti fa dormire meglio la notte*”.

Ci sei solo tu.

sola.

Perchè cazzo siamo qua?

Scusate, ho una visuale più o meno pessimistica della vita. Però credete di essere artefici della vostra commedia o credete che sia in mano ad un autore diverso? Siete insomma riusciti a trovare un senso alla vostra esistenza o sarà il fardello dell’Uomo quello di continuare a cercare risposte alla sua miserabile esistenza? E purtroppo non importa quanti amici avrete su Facebook, Twitter or Instagramo quanto si sarà allargata la vostra cerchia di amicizie, nessuno potrà darvi le soluzioni ben adatte alla vostra peculiare orma su questa parte della Terra.

Com’è il vostro stato d’animo quando vi trovate, veramente, a tu per tu con il vostro Io? Qual è la storia che vi scambiate e soprattutto, essendo voi eroi della vostra storiella del cazzo, avrà la finale che sperate?

Non lo sapete neanche voi vero? Vorreste tornare a guardarvi One Tree Hill e inveire contro Doraemon perchè diciamocelo, è un gatto di merda…vero?  O forse, semplicemente, ve ne sbattete i coglioni come la maggior parte delle persone? Ne’ vero?

Sembra un cliché chiedersi ste domande e forse dovrei farmene una ragione e “crescere”, lasciare ste domande nel dimenticatoio insieme ad altre adolescienzialate. Eppure…sti cazzi. Sti plot-twists a me e alla teenager/over-60 che vivono in me mettono una suspense che neanche vi immaginate. E non ve lo immaginate, perchè non sapete un cazzo, come il vostro solito.

A che cazzo servite?

Tags:

No Comments

Post a Comment